Percorso Parco Po

L'itinerario del Parco del Po

Questo itinerario immerge il viaggiatore nei territori del Parco del Po, tra le sue risaie a ridosso del fiume e dei suoi boschi, su luoghi storici e di leggende ma anche di innovazione.

40'
2h
13,5km
alla scoperta del grande fiume

Difficoltà: facile
Terreno: 5% asfalto 95% sterrato
Praticabilità: tutto l'anno

Descrizione del percorso

Partenza da Piazza Garibaldi Monumento ai Caduti km 0.00
Uscire dalla Piazza, prendere la seconda uscita della rotonda e procedere in via Cairoli
Km 0.40 Chiesa Santa Maria del Pozzo
Km 0.50 Oltrepassata la ferrovia svoltare immediatamente a sinistra, procedere per 300 m, oltrepassare la ex SS31 BIS.
Km 0.95 Arrivati al ponte sulla Roggia Camera si entra nei Territori del Parco del Po
Al bivio procedere sull’argine di contenimento area golenale (percorso ciclabile VenTo)
Km 2.7 in prossimità di una chiusa color verde svoltare a destra. Abbandonando l’argine di contenimento si entra in area golenale, seguire la strada tenendo la destra al primo bivio, poi sempre dritto
Al Bivio svoltare a destra
Km 4.20 sulla sinistra inizia l’area boschiva incolta del Parco del Po
Km 5.20 Casa abbandonata degli antichi traghettatori del fiume Po - Cà dal Portunàt
Km 5.28 Bivio svoltare a destra
Km 6.45 Bivio Roggia Camera svoltare a sinistra sull’ Antica Strada Provinciale (percorso ciclabile VenTo)
Km 7.00 Antico Mulino San Giovanni
Km 7.10 Bivio svoltare a sinistra
Km 8.60 Area tavoli picnic, a 100 m direzione fiume antico attracco porto natante sul Po (FOTO)
Km 8.60 Proseguire tenendo la destra
Km 9.90 Bivio svoltare a destra
Km 10.40 Bivio Cimitero svoltare a destra
Km 11.00 Bivio svoltare a destra sull’Antica Strada Provinciale (percorso ciclabile VenTo)
Km 12.30 Bosco Controcorrente
Km 12.50 Cappelletta di San Giovanni , Esempio Presa di Acqua con modulo dal Canale *(FOTO)
Bivio Svoltare a sinistra si esce dai Territori del Parco del Po
Km 12.80 Antica Riseria San Giovanni (visitabile su prenotazione)
Km 12.90 oltrepassare la Ex SS 31BIS, prendere via Po
Km 13.20  Chiesa San Sebastiano
Km 13.50 Arrivo Piazza Garibaldi

Punti di interesse

AVVERTENZA: l’utilizzo delle tracce è a proprio rischio e pericolo. Il download è disponibile per finalità di mera informazione e statistica. Chi decide dunque di affrontare i percorsi consigliati, si assume tutte le responsabilità per rischi e pericoli a cui può andare incontro, considerando altresì che la percorribilità e lo stato delle strade e dei sentieri muta nel corso del tempo e che non sussiste alcun obbligo a mantenere aggiornate le informazioni essendo un mero sito illustrativo. Si declina pertanto ogni responsabilità per conseguenze legate all’uso delle tracce o delle informazioni legate alla presente scheda di itinerari.

Piazza GaribaldiLa partenza di tutti i nostri percorsi è in Piazza Garibaldi, la Piazza Centrale del paese (chiamata in passato Prato della tela/ Prà dla teila, in quanto anticamente qui si mettevano ad asciugare i manufatti di tela perché sul territorio comunale erano presenti molti gelsi per la coltura di bachi da seta),appositamente scelta come Km 0 in quanto ampia, sicura e comoda a tutti i servizi (Bar, Tabacchi, Negozi di Alimentari, Banche, Ristorante) e al centro storico.

La Camera - Nasce a Saluggia da acque della Dora Baltea, sul territorio di Fontanetto Po costeggia la vecchia strada Provinciale.
Il Marchese Guglielmo del Monferrato, Principe del Sacro Romano Impero, con atto del 6/03/1466 decide di scavarlo nel tratto da Crescentino a Palazzolo

Cà dal PortunatRuderi dell’antica casa dei traghettatori del Po

Secondo quanto recepito nei testi storici, la più antica strada di questa regione è la vecchia provinciale, cioè quella che attualmente costeggia la roggia Camera. Si dice, e lo illustrano le carte romane, che questa doveva essere la strada delle Gallie. Se così fosse, già Annibale l’avrebbe percorsa con le sue truppe e i suoi elefanti.

Piazza GaribaldiLa Capleta ad San Giuan - Nel 1799 il Papa Pio VI la percorse per andare in Francia prigioniero di Napoleone. A ricordo di questo passaggio venne eretto un pilone in suo onore, nella regione di San Giovanni appunto.
Si narra che vi transitò nel 1805 anche Napoleone al ritorno dalla sua incoronazione a Re d’Italia avvenuta il 26 Maggio del 1805 a Milano

Cà dal PortunatChiesa di San Sebastiano